CANZONI DEGLI ALPINI DA SCARICARE

Ma gli Alpini non hanno paura Bom borombom. Oilà tedeschi traditori è giunta l’ora, subito fora, subito fora dovete andar. Nissùn se ricorda, nissùni che scrive, nissùn che tien nota chi more e chi vive…. Prendi il fucile e vattene alla frontiera, prendi il fucile e vattene alla frontiera là c’è il nemico là c’è il nemico là c’è il nemico che alla frontiera aspetta là c’è il nemico là c’è il nemico là c’è il nemico che alla frontiera aspetta. TESTO Al comando dei nostri ufficiali caricheremo cartucce a mitraglia, ma se per caso il colpo si sbaglia a baionetta l’assalto farem. Là tra le selve e i burroni, là tra nebbie fredde e il gelo, piantan con forza i loro picconi le vie rendon più brevi. Lenta, lenta cade la neve sul rifugio a biancheggiar:

Nome: canzoni degli alpini da
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 42.51 MBytes

E dopo nove mesi è nato un bel bambino, non beve il latte ma ciuccia il vino, perchè figlio del vecchio alpin. Mentre dormivo sotto la tenda sognavo d’esser colla detli bella e invece ero di sentinella fare la guardia allo stranier. Sulle dune coperte di sabbia i nostri Alpini, oh Italia, morivano, ma nelle veglie ancor ti sognavano con la morosa, la mamma nel cuor. Che m’incatena il core sarà la mia morosa a Maggio la va sposa e mi vo fa el soldà. La punta del mio cuore, la punta del mio cuore, la punta del mio cuore sarà alppini penna.

canzoni degli alpini da

Sui monti della Grecia cwnzoni la Voiussa col sangue degli Alpini s’è fatta rossa. El gallet cu cu ru cu l’è sempre su l’è sempre su, el galet cu cu dgli cu l’è sempre su l’è sempre su.

  SCARICARE POWERDVD DA

Inni e canti Alpini – Gruppo Alpini Roncegno

Oh veci che si morti sui sassi de le Deglj, ve par che semo staj ‘n gamba anca noi altri? Che suona, che suona: Il canto, di antica origine, ritorna ad essere cantato, adattandosi alle vicende della prima guerra mondiale.

Oh valore dgeli sempre la frontiera! Quando poi cajzoni discende a valle battaglione non hai più soldà. No ‘sto a perder massa tempo E va’ su la Paganella. Nessun italiano desidera la guerra, nè massacri nè scene di orrore; sono emblema della nostra Bandiera la Speranza, la Fede, l’Amore.

I veri canti degli Alpini – Musiche e Testi – Gruppo Alpini Vesio

Se avete sete la tazza alla mano e ci rinfresca la neve ci sarà. Su pei monti che noi saremo coglieremo le stelle alpine per donarle alle bambine, farle pianger e sospirar. Non si sente mai più una voce, ma solo il vento che bacia i fior. Tuti me dis che lu ‘l canzonl zerca zà n’altra morosa; l’è ‘na storia dolorosa che mi credere non so.

Ohi che pena ohi che dolore la partenza de lo mio amore.

GRUPPI ALPINI BASSA VALSUGANA E TESINO

Aprite le porte che passano che passano… Aprite le porte che passano i baldi alpin. Canzlni mia vienimi incontro, vienmi incontro a braccia aperte: Oilà giunti sulla Tofana su quella vetta, la baionetta,la baionetta scintillerà. Su pei monti, su pei monti che noi saremo, coglieremo, coglieremo stelle alpine, per donarle, per donarle alle bambine farle piangere, farle piangere e sospirar Oilalà!

Sentinella all’erta per il suol nostro italiano. Sentinella ritorna al tuo posto sotto la tenda a riposar. Gli alpini vanno come angeli bianchi e ad ogni passo coprono una fossa.

  SCARICARE DJUCED 40 GRATIS

Inni e Canti Alpini

Se snànara un merlo nel ziel de cobalto Un boto, una sberla, s-giantizi su in alto. Se una lacrima gl’occhi le bagna, sulla neve un fior diverrà. Fin che puoi, oh. Il Colonnello che piangeva a veder tanto macello: Tote ‘nsema ‘na putela e ‘na bozza, ‘na bozza de bon vin, per goder, per goder la Paganella e la vista, e la vista del trentin, del trentin.

L’è la marcia di chi non torna di chi si ferma a morir lassù. This website requires cookies to provide all of its features.

canzoni degli alpini da

Un coro di fantasmi vien giù dai monti: Mi si che zlpini la presto, basta che la ritorna; se la barca se sprofonda no ve la presto più. Se avete fame guardate lontano, se cazoni sete la tazza alla mano. E i giorni del nostro servaggio Che scontammo ra nel freno, in un forte avvenire sereno noi ben presto vedremo mutar.

canzoni degli alpini da

Il suo nome è legato soprattutto all’inno nazionale della Canzpni italiana, divenuto tale nel Un brano degli Cazoni molto conosciuto, un inno alla giovinezza, all’amore. E vien da basso o Celestina ch’è rivà il tuo primo amore. La par ‘na bara e invece zè ‘ na cuna.